I due mondi

Com’è strano fermarsi a pensare a noi 

Come due mondi diversi  

Come due fiumi  paralleli ma con  la stessa piena

Che muoiono in due mari lontani

Com’è strano pensare a noi come due tazzine di caffè fredde e prive di buongiorno 

Mi fermo immagino noi 

Due unicorni che compongono la stessa danza 

Con la stessa forza

Lo stesso impeto 

Le stesse ali

Ma con diverso coraggio 

Uno pronto a volare a toccare le stellea compiere   pirouette tra gli angeli 

L’altro fermo a terra con lo sguardo volto verso il cielo ma la paura sulla punta delle ali

Com’è strano pensare a noi sorridendo sotto un capello di lana e sentirsi gelare l’anima 

Com’è strano pensare invece che vivere noi 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...